Il consiglio di un maschio

Strorie di vita vissuta. Io lavoro in palestra.
Negli intervalli gioco con il computer o leggo.
Quando leggo, generalmente sto seduta su una cyclette, rigorosamente senza pedalare; rispetto il principio dell’ottimizzazione degli sforzi, io.
Perché faticare quando non è necessario, né espressamente richiesto?
Insomma mentre leggo, si avvicina un tale, con cui ho un po’ di confidenza, il quale, con uno sguardo di disapprovazione e soprattutto con un tono da intenditore maschio, mi apostrofa:
“Fai sparire ‘sto libro, che non ti si avvicinerà mai nessuno.”
Io, con la solita prontezza di riflessi, tipica di un bradipo, che mi contraddistingue:
“Eeeh?”
“T’ho detto, fallo spari’, damme retta.”
“Perché?”
“Ma noo vedi quanto è grosso? Spaventa!”
“Guarda che non è un libro pesante, non è difficile, è solo lungo”.
Per inciso si tratta di “Shantaram”, sicuramente non un libro di nicchia.
E’ pesante solo nel senso che un buon chilo e mezzo lo fa, che, tra parentesi, quando prendo l’autobus si sente tutto!
“E’ uguale, mette paura!”
Successivamente, alquanto impensierita, sottopongo la questione alle mie amiche ed anche alle mie allieve donne, perché comunque io ho fiducia nei consigli, anche se alla fine faccio come mi pare.
Sorvolo sugli ovvi commenti che auspicano l’esistenza di uomini che non si facciano scoraggiare da certi dettagli.
Preferisco partire dal presupposto che una parte di ragione il maschio l’abbia.
Sarà forse lo stesso motivo per il quale alcune donne sebbene poco attraenti, siano molto corteggiate?
E non mi venite a dire, come sempre, “Sì vabbè, ma bisogna vedere chi è che ti corteggia, cosa si aspetta da te, cosa vuoi tu”, eccetera eccetera.
Un par de palle, come direbbero i francesi, resta il fatto che alcune rimorchiano una cifra, mentre io sto li sola soletta con il mio tomone.
Non che, molto probabilmente direi di sì, ma qualche spasimante non mi dispiacerebbe, così per una soddisfazione personale.
Uno che ti si avvicini, che ne so, per fare due chiacchiere o offrirti un caffè, più che spasimante direi un uomo semplicemente attratto.
Ok, sto parlando di utopie.
Ma piuttosto veniamo ai consigli pratici.
Alcune mi hanno suggerito di sostituire la copertina con quella del libro di Totti, astute!
E se non dovesse funzionare, nascondere il tomone dentro l’album dei calciatori della Panini.
Hai visto mai? Questo sì che mi sembra un interessante ragionamento pragmatico!
Spalmare il libro di feromoni, invece, lo reputo eccessivo.
Vi farò sapere 😉

Pubblicità

Informazioni su FattiFurbetta

FattiFurbetta è un blog romano che vuole fornire consigli sull'arte del risparmio. Fondato da Monica, si avvale della collaborazione di un gruppo di amiche, tra le quali Marilena (make up artist), Romina (cuoca provetta) oltre ad una serie di esperte di moda e di shopping come Alessandra e Mariangela. Chiunque voglia fornire spunti, idee e suggerimenti sarà ben accetto nel gruppo. Enjoy and have fun!
Questa voce è stata pubblicata in Lifestyle e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il consiglio di un maschio

  1. Gianni ha detto:

    no , FattiFurbetta…. il ragazzo magari voleva farti notare che se uno aveva la malaugurata idea di provarci 🙂 un conto e’ no schiaffo cosi’.. d’emblée … un conto e’ ‘n tomo de du kili in piena faccia…….. hhhh

  2. susan ha detto:

    commento di un mio amico ” non c’è TOMO che tiene se la donna mi attrae” 😀 ( veramente l’ha detto in un altro modo ma il senso è questo )
    Da donna condivido il suo pensiero ! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...